top of page

PROROGA BILANCIO DI PREVISIONE 2024-2026

Aggiornamento: 21 dic 2023


Temi principali:

Bilanci di previsione - 2024 - proroga - PA


Richiesto al 31 marzo 2024 la proroga del termine dei bilanci di previsione

Che cos'è il bilancio di previsione?

Il bilancio di previsione è un documento contabile che mostra in maniera sistematica il reperimento e l’impiego delle risorse pubbliche, andando a stimare e pianificare le entrate e le uscite future di un ente. 


Cosa accade ora nel triennio 2024-2026:

Come stabilito dall’articolo 151, comma 1, del TUEL, decreto legislativo n. 267/2000, gli Enti locali devono deliberare, annualmente, il proprio bilancio di previsione finanziario entro il 31 dicembre con riferimento al triennio successivo e l’eventuale nota di aggiornamento al Documento Unico di Programmazione (Dup).

Molti comuni,  come Bolzano,  Reggio Emilia,  Salerno, Cologno Monzese, Padova ed altri stanno ottenendo in questi giorni l’approvazione del proprio bilancio finanziario; Il termine, tuttavia, è spesso soggetto a rinvii nel corso degli anni come nel caso del triennio 2023-2025.

Anche quest’anno è stata richiesta una proroga del bilancio per il 2024-2026 dal 31 dicembre al 31 marzo 2024 da parte del Presidente dell’Anci (Associazione nazionale comuni italiani) Antonio Decaro e del Presidente dell’Upi (Unione province d’Italia) Michele de Pascale per tali motivazioni: 

“Il pesante contributo richiesto a Comuni, Città Metropolitane e Province dalla legge di bilancio per il 2024 pari a 250 milioni di euro, l'attuale incertezza circa gli effetti finanziari che deriveranno dalla regolazione finale, nel 2024, della certificazione delle risorse Covid, l'accantonamento delle risorse per i rinnovi contrattuali e gli effetti dell'applicazione del CCNL 2019-2021 del personale del comparto, i ritardi nell'erogazione delle anticipazioni delle risorse per gli investimenti del Pnrr con le obbligatorie anticipazioni di cassa"

Di conseguenza, la loro affermazione porta a capire che questa situazione rende difficile e complicata l’approvazione del bilancio di previsione in tempo con la scadenza iniziale per alcuni comuni. 


Anno 2023-2025:

Per l’anno 2023 la scadenza del 31 dicembre era stata prorogata, come espresso in Conferenza Stato-Città da Anci e Upi al 31 marzo 2023, in seguito al 30 aprile 2023, successivamente al 31 maggio 2023. 

Infine, grazie ad una seduta straordinaria in data 31 maggio 2023 era stato deliberato il differimento definitivo al 31 luglio 2023 dei bilanci di previsione 2023-2025 per Comuni ed Enti locali.  

Queste continue proroghe, come hanno spiegato il sottosegretario di Stato all’Interno Wanda Ferro ed il ministro dell’Interno Matteo Piantedosi, furono dovute alle sollecitazioni provenienti dai sindaci a causa di vulnerabilità finanziarie degli enti locali e le difficoltà nel contesto attuale nel ricercare gli equilibri di bilancio. 

Il termine del 31 luglio era legato inoltre sia agli eventi alluvionali che avevano colpito i territori dell’Emilia-Romagna sia di fronte alle difficoltà di ricerca di equilibri di bilancio, aumentati per molti Enti a causa degli effetti riguardo gli aumenti dei prezzi energetici che influenzavano gli oneri per l’esercizio di servizi essenziali, come aggiunto dal Presidente dell’Anci Antonio Decaro. 


Anno 2022-2024:

Anche nel 2022 la Conferenza Stato-Città aveva approvato la proposta dell'Anci e dell'UPI per lo slittamento del bilancio di previsione 2022/2024 degli enti locali al 31 marzo 2022 e infine, con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale in G.U. n. 177 del 30 luglio 2022,  al 31 agosto 2022 per rendere più comoda la definizione degli equilibri finanziari a causa delle norme del Ddl Bilancio 2022 in fase di esame parlamentare.


Consulta Servizi PA #CSPA



16 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page