top of page

CHE COSA SI INTENDE PER "RELAZIONE DI FINE MANDATO"?


Temi principali:

Relazione di fine mandato - 2024 - Regioni - PA - Resoconto


IMU 2024

Negli enti locali, alla conclusione di un mandato politico, che in Italia ha una durata di cinque anni, è necessario redigere la relazione di fine mandato. Questo documento riassume il lavoro svolto durante il periodo di servizio pubblico, includendo le sfide affrontate, i risultati ottenuti e i progetti completati. È un modo per valutare l'efficacia delle azioni intraprese negli ultimi 5 anni.


Come viene redatta?


La relazione viene redatta dal responsabile del servizio finanziario o dal segretario generale, sottoscritta dal Presidente della Provincia / dal Sindaco non oltre il sessantesimo giorno antecedente la data di fine mandato di cinque anni. 

Si provvede dunque a farla certificare dall’organo di revisione dell’ente locale entro quindici giorni; successivamente dopo tre giorni deve essere trasmessa sia la relazione che la certificazione alla Sezione regionale di controllo della Corte dei Conti. 

Se dovesse verificarsi una situazione di scioglimento anticipato del Consiglio provinciale o comunale, la sottoscrizione di entrambe dovrà avvenire entro venti giorni e trasmessa dal presidente della provincia e dal sindaco del comune alla Corte dei Conti entro tre giorni.

La pubblicazione della relazione e della certificazione avviene sette giorni dopo la data di certificazione sul sito istituzionale della provincia, dal suo presidente, o sul sito istituzionale del comune da parte del sindaco. 

Se la pubblicazione non dovesse avvenire, il Sindaco dovrà provvedere a chiarire le cause e le motivazioni online nella pagina istituzionale del comune.


Cosa deve contenere la relazione per le Regioni?


L’Articolo 1, comma 1 del D.Lgs 149 evidenzia:

- “sistema ed esiti dei controlli interni;”

- “eventuali rilievi della Corte dei conti;”

- “eventuali carenze riscontrate nella gestione degli enti comunque sottoposti al controllo della Regione, nonché degli enti del Servizio sanitario regionale, con indicazione delle azioni intraprese per porvi rimedio;”

- “eventuali azioni intraprese per contenere la spesa, con particolare riguardo a quella sanitaria, e stato del percorso di convergenza ai costi standard, affiancato da indicatori quantitativi e qualitativi relativi agli output dei servizi resi, anche utilizzando come parametro di riferimento realtà rappresentative dell’offerta di prestazioni con il miglior rapporto qualità-costi;”

- “situazione economica e finanziaria, in particolare del settore sanitario, quantificazione certificata della misura del relativo indebitamento regionale;”

- “individuazione di eventuali specifici atti legislativi, regolamentari o amministrativi cui sono riconducibili effetti di spesa incompatibili con gli obiettivi e i vincoli di bilancio;”

- “stato certificato del bilancio regionale".


Perchè è importante per i cittadini?


La relazione, redatta in modo semplice, diretto, trasparente e comprensibile, descrive e riporta alla piena visione ai cittadini tutte le attività svolte da Regioni, Province e Comuni durante il mandato, come per esempio il turismo, la scuola, le manutenzioni, i lavori di sistemazione e ristrutturazione, gli interventi di riqualificazione nei centri storici, la mobilità, la cultura, il sistema infrastrutturale, i finanziamenti, il territorio, l’ecologia, la sicurezza, le attività amministrative, lo sport, i servizi sociali e molto altro.




Consulta Servizi PA #CSPA



79 visualizzazioni0 commenti

Commentaires


bottom of page